Che cos

Che cos’è la Poesia

La poesia è una delle tante meravigliose forme d’arte che l’uomo ha scoperto nel tempo, ma che da sempre lo ha accompagnato, semplicemente per il fatto che la poesia, in quanto arte d’espressione e rappresentazione di immagini, emozioni, sensazioni e sentimenti, è ovunque intorno a noi. Ricollegandomi al primo articolo d’introduzione della rubrica, la poesia è tutto, è nel fischio del vento e nella percezione che il corpo ha del suo soffio, la poesia è nella risacca del mare, nella morbidezza di un prato, in una strada buia, e nella luce fioca di una stanza. La poesia è in un tenero abbraccio, in un bacio, in una parola detta, in un timido sguardo, la poesia è libertà, ed è soprattutto libera, libera da ogni catena sociale, etica o morale, è uno spazio immenso libero da confini, è una estensione della realtà, è una mano che ti accarezza e che sceglie di svelarsi. Ognuno ha la propria visone e percezione della poesia, perché essendo insita nell’animo umano nasce dalle emozioni più intime che proviamo o che tentiamo di esprimere. Io stesso nell’ultimo periodo che ha caratterizzato la mia vita, ho avvertito la necessità ed il bisogno di trovare un modo per sfogare a dare voce ad emozioni che vivevano dentro me. È stato questo bisogno ad avvicinarmi alla poesia, l’approccio alla scrittura è stato per me un appiglio di “salvezza” e speranza, ed in quanto possibile strumento di sfogo permette allo scrittore di rigurgitare dalle profondità dell’animo tutte le emozioni che si è in grado di provare, dalle più oscure, alle più belle. La poesia in questo caso, secondo la mia visione, assume le sembianze di un grande specchio e dona la possibilità a chi cerca di guardarci attraverso di scoprire e conoscere, non solo se stessi ma tutto ciò che ci circonda. Penso che però alla fine nessuno possa dare una vera e propria definizione di poesia, i nostri possono solo essere vani tentativi di disegnare un contorno ad una grande sagoma senza forme. Per me è stata e continua ad essere una continua ed estenuante ricerca di me stesso, cercare di conoscere la mia identità e magari, una volta essere riuscito a conoscere chi sono potrò cercare di capire e conoscere gli altri ed il mondo nel quale vivo. Alda Merini a proposito della poesia si esprimeva così: “La poesia è il luogo del nulla, il luogo degli incontri, del fiume che è davanti a casa mia. La poesia è la vita che hai dentro. E non ti importa se la morte o il vicino di casa vengono a turbare te e quello che hai da dire. Molti hanno pensato che la mia poesia sia la mia follia. Pochi hanno capito, invece, che la mia poesia è nata a prescindere da tutto e da tutti. Avrei potuto fare la matta o la ragioniera e la mia poesia sarebbe comunque uscita. Essa è una forza che nasce in me, è come una gravidanza che deve andare a termine. Comunque e ovunque. Non importa molto il contesto. Secondo me c’è anche un momento d’abbandono davanti alla poesia ed è la vita diventa il dolore e comune. È un vivere miserando, di tutti i giorni però il poeta aspetta che i gravami che ha buttato dietro le spalle diventino uomini.” La poesia in conclusione è ciò che serve all’uomo per tentare di preservare ancora la sua umanità.

Luca

Tracciamento

Nessun tracciamento disponibile per questo articolo.

Lascia un commento