Omosessualità nell

Omosessualità nell’antichità

L’omosessualità anticamente era molto diffusa sia nella cultura Greca Romana ma anche nell’antico Egitto .
L’Egitto e avvolto da mille misteri e la la sua storia e ricca di miti e leggende , nel giorno d’oggi l’omosessualità e un reato mentre all’epoca dei faraoni la situazione era molto diversa .
Non si sa se in passato l’omosessualità era completamente tollerata ma dai documenti ritrovati si sa che era un aspetto della vita quotidiana .
Una bella storia d’amore .
Saqqara vasta necropoli a 30 km da Il Cairo dove il maggiore monumento di rilievo e la piramide di Djoser una delle poche piramidi costruite a gradoni considerata anche la più antica delle piramidi .
In questa necropoli l’archeologo egiziano Ahmed Moussa che nel 1964 scoprì una serie di tombe nella via della piramide di Unas ,una in particolare a suscitato molto interesse .
L’archeologo fu spiazzato dalle scene dipinte che raffiguravano due uomini in atteggiamenti intimi che all’epoca non fu mai vista prima di allora ricostruendo la mastaba l’entrata alla tomba e stato scoperto che questa era stata costruita per due uomini che avevano le stesse mansioni come caposquadra di manicure del re Niuserre della quinta dinastia (2494 – 2345 ac)
I loro nomi erano Khnumhotep e Niankhkhnum entrambi con la radice Khnum divinità egizia venerata ad Assuan considerato protettore delle sorgenti del Nilo e della potenza creatrice delle inondazioni .
Nella tomba sono raffigurati molte volte abbracciati e mano nella mano ma nella cappella delle offerte che vengono raffigurati vestiti uguali mentre si abbracciano e i loro nasi vicini che rappresentava il bacio .
I loro nomi scritti assieme così come appaiono al disopra dell’entrata della loro tomba scavata nella roccia hanno il significato di uniti per la vita – uniti nella pace che ovviamente fa riferimento della loro unione d’amore in eternità , questa coppia viene considerata la prima coppia omosessuale della storia .
Una storia molto conosciuta e quella del re Pepi II e la sua storia d’amore gay clandestina con un suo alto ufficiale scoperta grazie a dei papiri , la storia venne fuori a causa di un uomo che voleva un’udienza con il re per qualche motivo ma il sovrano non era molto interessato e a ogni udienza faceva sempre in modo di non ascoltarlo .
Questa persona infuriata decise di far pedinare il re ma fu allora che venne fuori questa storia d’amore con il suo ufficiale , il re ogni notte si recava dal suo ufficiale Sasanet per poi tornare al palazzo alle prime luci dell’alba .
Nel papiro lo racconta con queste parole “ il re si recava alla casa di Sasanet il quale faceva tutto quello che il Re desiderava“ e questo rappresentava situazione di sesso .
Un’altra famosa storia tra persone dello stesso sesso leggibile nei papiri Kahun che risale al regno di mezzo mezzo riguarda la leggendaria lotta per il trono d’Egitto .
Tutto iniziò dall’uccisione di Osiride re di tutti gli dei che venne ucciso da suo fratello Seth e ne dilaniò il corpo spargendoli in tutto l’Egitto , ma la moglie Osiride con la sorella Neith riuscirono a raccogliere tutti i pezzi ricomposero il corpo trasformandolo in una mummia , Iside riuscì a farsi ingravidare e da qui nacque Horus e quando questo fu diventato adulto iniziarono a scontrarsi con lo zio Seth .
Questo molto geloso del nipote perché più giovane e viziato da parte degli dei lo invitò a una festa e lo convince a passare la notte con lui e quando furono nello stesso letto Seth afferra Horus e lo violenta ma Horus inganna lo zio inscenando la sua ubriachezza e raccolse lo sperma di Seth nella mano e lo nasconde , il giorno dopo Horus andò dalla madre e raccontò tutto e questa inferocita gli disse di masturbarsi in modo da poter contaminare il cibo preferito da Seth la lattuga egiziana , questo ignaro di tutto mangiò il cibo poi andò alla corte divina per far sapere del fatto e in presenza dello scriba di corte Thoth chiese che lo sperma si Seth emerse dal corpo di Horus invece questo emerse in quello di Seth questo in totale vergona e lo shock fuggì e Horus assolto .
Poi c’è la bella storia d’amore tra l’imperatore Adriano e Antinoo.
Antinoo un bellissimo ragazzo originario della regione romana della Bitinia molto probabilmente nel 123 dC l’imperatore Adriano nei suoi viaggi attraverso il suo vasto impero lo vide e se ne innamorò perdutamente e decise di portarlo con se a Roma anche per dare al giovane una buona istruzione nel 128 dC diventa il suo preferito entrando al seguito imperiale e vivendo con Adriano nelle stanze della sua villa a Tivoli .
Ma ad Antinoo la vita fu breve perché morì annegato nelle acque del Nilo non si seppe mai se questo fu un suicidio o un omicidio anche perché la moglie dell’imperatore molto gelosa ci avrebbe messo lo zampino in modo da ereditare richezze .
L’imperatore fu sconvolto dalla sua morte e decise obbligando i sacerdoti greci a divinizzare Antinoo diffondendo il culto in tutto l’impero , nel luogo della morte fu fondata la città di Antinopoli , Adriano fece costruire tantissime statue anche dai migliori scultori greci e ancora oggi visibili e in buone condizioni ma anche in altre rappresentazioni come monete gioielli bassorilievi incisioni ecc.
furono attribuite anche le stelle a sud della costellazione dell’aquila che presero il nome di Antinous
inoltre divenne anche un’icona del movimento omosessuale .

Pino d

Tracciamento

Nessun tracciamento disponibile per questo articolo.

Lascia un commento