Gioia ed Amarezza

Gioia ed Amarezza

Ciao, sono Gaya (ovviamente e lo dirò per l’ultima volta, nome di fantasia tanto ormai lo avete capito 😉), come state? Come avete passato il Ferragosto? Io benissimo! Al mare troppo casino, in montagna troppo freddo, da soli ci si annoia un botto e così abbiamo deciso di passare due giorni, domenica e ieri, divertendoci con la mia famiglia. Eravamo riuniti tutti insieme, abbiamo mangiato, riso e scherzato, insomma una tranquilla giornata in famiglia. La sera siamo usciti, abbiamo optato per il mangiare sotto le stelle visto il delicato momento che viviamo per via di questa pandemia, siamo stati davvero bene, una serata fresca e piacevole, un cielo romanticamente stellato. Era davvero tanto tempo che non passavo una serata così, con la mia famiglia, è stato bello passare addirittura due giorni con loro! Tu? Vivi con la tua famiglia? Sei da sola? Magari anche tu vivi lontano dalla tua terra? Io vivo distante dai miei, dalla mia terra, ho dovuto trasferirmi per via dell’insegnamento, il mio lavoro e quando posso corro da loro. Per me il concetto di famiglia e molto importante pur avendo io stessa spesso ribadito il concetto che famiglia è sinonimo di amore, di gioia, di condivisione, di rispetto. Vivo la mia famiglia con amore e sono consapevole che la mia vera famiglia è comunque rappresentata delle mie radici, pur avendo costruito una nuova famiglia con la mia partner. Siamo felici, stiamo bene e siamo un po’ preoccupate per via delle notizie che il mondo, proprio in queste ultime ore, sta vivendo. Purtroppo, c’è un grande dramma, lo abbiamo visto dalle immagini strazianti che ci sono giunte da tutti e su tutti i canali, dalla tv ai social, purtroppo penso con orrore e con sbigottimento al futuro di un intero popolo, milioni di donne, uomini e bambini privati di felicità, di libertà, di gioia e sottoposti al più violento e spaventoso terrorismo psicologico, oltre che e fisico. Io sono davvero allibita di come l’umanità ancora continui e perseveri in direzione di violenza e sofferenza. Lo dicevo già nel primo articolo, per me dovremmo vivere con amore, pace e serenità. Abbiamo un qualcosa di stupendo che la vita, che è la natura, che è l’amore e davvero non riesco a concepire tanta bruttezza, tanta violenza. Il mio pensiero va a quelle povere bambine! A quelle povere bambine che verranno strappate della loro innocenza, identità, dalla loro famiglia, per essere davvero degli oggetti in vendita! Assurdo come si possa concepire una cosa del genere, assurdo che il mondo intero stia a guardare serenamente con distacco come se non le importasse e sono veramente incazzata quando penso a quante chiacchiere inutili ed assurde si fanno su arcobaleni su diritti su quanto ci siamo persi veramente! Quei Valori, quella che è l’umanità, il cuore, la gioia e l’amore nei rapporti tra le persone!!! Sono davvero senza parole è triste, ma triste triste, vorrei il tuo parere, cosa ne pensi scrivimelo, qual è il tuo punto di vista? Qual è il tuo pensiero? Fammelo sapere, un abbraccio.

Ciao Gaya

Tracciamento

Nessun tracciamento disponibile per questo articolo.

Lascia un commento