Come una Tempesta

Come una Tempesta

Ciao, sono Gaya, come state? Io non tanto bene! Nulla di serio sia chiaro, solo tanta tristezza per un episodio molto spiacevole che mi è capitato qualche giorno fa. Eravamo, io e la mia compagna, al mare, tranquille a goderci il sole e le meritatissime vacanze quando abbiamo iniziato a sentire risatine e commenti a dir poco stupidi rivolti indubbiamente verso di noi! Certo non siamo più ragazzine e di certo ci comportiamo come donne di una certa età, ovviamente, eppure è accaduto qualcosa che mai avrei potuto pensare accadesse! Siamo state oggetto di pesanti insulti, gratuiti, immotivati e la cosa che più mi lascia perplessa non è tanto le parole, le risate o le umiliazioni ricevuti ma l’indifferenza, la compiacenza e quasi il divertimento di chi era presente! Purtroppo, ho notato quasi un banalizzare un evento incredibilmente brutto e fastidioso! C’è stato persino chi mi ha detto “e ma voi ve la tirate” e ancora “voi vi mettete in queste condizioni”. Ma perché, stare sdraiati al sole, normalmente, chiacchierando del più e del meno, ridere insieme, guardarsi o andare a prendere il caffè insieme, tenendosi per mano è diventato qualcosa per cui meritarsi un castigo divino??? E lì, come già tante altre volte è successo ultimamente, mi sento dire “ma le bandiere” e “ma mezzi nudi” e “ma siete contro Dio”, il riferimento è sempre legato questa manifestazione “folkloristica” del pride che personalmente odio e che credo sia davvero uno dei mali peggiori per chi ama un Uomo o una Donna del proprio sesso e per chi vuole vivere il proprio amore liberamente, perché purtroppo quelle esagerazioni, questa mancanza di rispetto per il pudore, per il Credo comune, portano nella mente dei più, un’immagine distorta, falsa e tristemente squallida di chi come me ama una persona del proprio sesso! Sono davvero senza parole, è triste, ma triste triste, vorrei il tuo parere, cosa ne pensi scrivimelo, qual è il tuo punto di vista? Qual è il tuo pensiero? Ti è mai successo? Come hai vissuto questi momenti, come hai reagito e quali sono i tuoi stati d’animo? Creiamo una coscienza popolare si diceva tanti anni fa, una coscienza libera e felice che purtroppo oggi è pressoché inesistente! Fammelo sapere, un abbraccio.

Ciao Gaya

Tracciamento

Nessun tracciamento disponibile per questo articolo.

Lascia un commento